giovedì 10 agosto 2017

croniche medievali de la civitate de lo Messer F*

Grande sciagura la intrarete diffuse. Lo Messer G* fue bannato con meschino tradimento da lo ruolo cimentoso di banditor de lo Palio de li Normanni, cagionando grave infamia et infinita pena. Nonchè la irrimediabil perdita de la mano de la Gran Dama.
Or piangono insino le pietre per cotanto affronto e lo sanguine Normanno grida vendicazione. Vadasi dassezzo al guidrigildo o a singolar tenzone, pongasi fine alla malefica e infingarda derisione.
Ecco la narrazione de li grami fatti secondo lo dicere de lo Messer G*.

Pergamena ainina esso inoltrò (1) alla Corte di Messer F* che lo Feudatario est de lo Nobile Comune.

Con dicta pergamena est uso cherere de abbere bona e nobil parte ne li ruoli che lo Palio Normanno prevede.

Ma ricevuta essa, li conlaboratori di Messer F* strabilionno. E con mala agevelezza chieser lumi a li superior loro a mezzo di moderno marchingegno nomato telefono, che ne li veri tempi Normanni uso non era, sendovi allor lo piccion bolator latore di messaggi.

Recossi adunque lo Messer G* allo raduno de li figuranti per intentar fortuna e veemente adirossi avverso ruolati ministri de lo Palio.

Et infine, da maramaldico atto fue trafitto a le terga. Reietta fue sua petizione. Al loco suo, o abominio, altro Messere, tal Messer T*.

Alti lai egli gittò nella intrarete sendo che perse et nobil ruolo et Dama. Senza, a suo dir, alcuno dritto.

Orben, par abbia dicto lo Feudatario Messer F*, di che egli si duole? Forse che li Feudatari che su questo seggio lor cul posàro, ne li decenni iti, mai ricevetter araccomannazione e mai ne fecer? Forse che a memoria alcun ricordi che per li nobili ruoli mai araccomannazione facta non fue? L'orbe intero è fatto a scale, chi le discende e chi le sale. Et io le salsi et esso discesse. Un tempo anco esso messere amico fue di feudatari et vassalli et ora no. Die aiuta!

E lo Messer G* assai adirato a lo Gran Giustiziere cherere bole iustizia.


Lo volgo commenta ne lo sociale libro che politico fue l'infame gesto, ché Messer G* lo campione sie de la brigata di batzileri de lo novo centro dritto. Ergo inimico feroce de lo Feudatario. Ridanciano saria, popolino avverte, promuover a Banditor chi lo Feudatario bannar vorrebbe. Discopritor de acqua calda, talun lo addita. E li sodali suoi ne piangon afflitti.

(1) A mezzo di nova foggia detta emaila con la qual per l'aere o filamento li caratteri de lo testo viaggian in numeri tradotti.

Pinuccio de Plaza

Considerazioni moderne.
1) Per una rievocazione medievale è coerente avere modi e mentalità medievali. La forma di uno pseudo linguaggio medievale per raccontare la vicenda è conseguente.
2) Ma può essere che siamo diventati così piccoli crescendo?